Esercizi di Tiro Femminili

Di seguito sono riportati una serie di esercizi riguardanti i tiri in porta: questi non hanno la pretesa di rappresentare tutti e gli unici esercizi possibili da effettuare, ma desiderano essere uno spunto per coloro che vogliano allenare le skills principali richieste dal ruolo.

L’obiettivo è migliorare la precisione e la potenza del tiro, assumendo maggior consapevolezza delle proprie abilità.

Riscaldamento

Il primo esercizio suggerisce una fase di riscaldamento preliminare. È necessario pozionare 4 coni agli angoli della porta, uno in ogni angolo.
Il giocatore si colloca ad una manciata di metri dalla porta, l’obiettivo è quello di colpire uno dei coni. Il tiro viene affettutato in modalità “short hands” ovvero, per i destrorsi, avvicinando la mano sinistra verso il centro della stecca e mantendo la mano destra ben al di sotto della head. Si noti che per i mancini le mani sono opposte. I polsi rimangono morbidi per permettere di direzionare il tiro. È utile effettuare l’esercizio sia con la mano destra sia con la mano sinistra.
La seconda parte dell’esecizio prevede di partire da dietro la porta, effettuare un crease roll correndo lungo il limitare della crease per guadagnare vantaggio sul difensore e tirare una volta raggiunta un’angolazione consona. Come in precedenza l’obiettivo è colpire uno dei coni ai quattro angoli della porta; è utile eseguire l’esercizio con la mano sinistra girando intorno alla crease in senzo orario e con la mano destra girando in senzo antiorario.
È inoltre possibile effettuare una finta poco prima del tiro: in generale, trattandosi di un esercizio poco complesso, si consiglia di essere creativi e aggiungere un rocker dodge o cambiare mano appena prima del tiro.
A seguire si può partire dalla parte altra dell’area, correre verso la porta, fare un dodge e tirare. Si suggerisce di provare split dodge o face dodge.
È importante effettuare diversi tipi di tiro per acquistare una maggiore confidenza con la stecca: alcune possibilità sono il behind the back shot, l’around the world shot, fintare verso l’alto e tirare in basso (e viceversa).
Se l’esercizio viene proposto durante un allenamento di squadra allora il giocatore davanti alla porta riceverà la palla da un compagno: il passaggio sarà in feeding, quindi il tiratore riceverà il passaggio in movimento, mentre starà correndo verso la porta.
In alternativa, dopo aver recuperato una groundball, il tiratore eseguirà un taglio verso l’esterno, dalla parte opposta rispetto alla porta, per poi avvicinarsi in scatto ad essa e tirare.

 

Hammer Drill

Questo esercizio permette l’allenamento sul tiro sotto pressione e allo stesso tempo abitua sia l’attaccante sia il difensore a reagire velocemente e in modo continuo alle situazioni di gioco.
È opportuno posizionare sull’area degli 11 metri un massimo di cinque palline distanziate circa 4 metri ciascuna, in modo da coprire tutto l’arco. Sono coinvolti nell’esercizio un attaccante e un difensore: entrambi partono in mezzo all’area e giocano al 100% delle loro potenzialità.
L’attaccante recupera la prima groundball e, dopo aver fintato adeguatamente a aver guadagnato il vantaggio adatto, effetua il tiro. Subito dopo, sia in caso di gol sia in caso di parata del portiere, l’attaccante prende la seconda groundball e tira nuovamente in porta.
È importante non tirare addosso al difensore; inoltre, nel caso in cui l’attaccante dovesse perdere la palla, questa è da considerarsi non più giocabile: l’attaccante passerà direttamente alla palla successiva.
Per coinvolgere tutta la squadra è possibile collocare 5 giocatori a qualche metro di distanza dall’area, in modo che effettuino il passaggio all’attaccante.

 

Shooting for power and placement

Questo esercizio è utile per migliorare la capacità di tirare da una buona posizione eseguendo il movimento in modo fluido e completo.
I giocatori partono da dietro la porta e si posizionano in fila lungo il lato destro; in questo caso tutto l’esercizio andrà effettuato con la mano destra. Ogni giocatore parte con la palla, la tira qualche metro davanti a sé e corre in scatto a recuperare la corrispondente groundball.
Una volta eseguita la groundball il giocatore ha le spalle alla porta e la sua mano destra è molto vicina alla head della stecca: è quindi necessario che l’attaccante riesca a girarsi, avvicinarsi alla porta rivolgendo le spalle ad essa ed effettuare un buon tiro.
Per tirare in modo corretto il giocatore deve abbassare la mano destra ed usare tutta la sua potenza, indirizzando l’estremità della head verso il punto in cui vuole far arrivare la palla e portando la stecca in avanti in modo da chiudere bene il tiro.
A seguire l’attaccante corre all’indietro portandosi nuovamente dietro la porta e rimettendosi in fila. Dopo che l’esercizio è stato ripetuto da tutti i giocatori più volte la fila viene spostata sul lato sinistro della porta: occorrerà eseguire gli stessi movimenti usando però sempre la mano sinistra.

 

 

Shooting shuttle

L’obiettivo dell’esercizio è di allenare diverse skills caratteristiche degli attaccanti e di migliorare l’efficacia di tiro.
Si gioca nell’area degli 11 metri: l’allenatore si colloca all’estremità centrale dell’area e avrà a disposizione un buon numero di palle, da un lato vengono posizionati 1-2 giocatori in qualità di feeder, dall’altro 1-2 attaccanti nel ruolo di shooter, mentre il portiere staziona nella crease.
L’allenatore tira una groundball alla prima persona della linea dei feeder: il giocatore deve recuperare la groundball rapidamente, verificare la posizione dello shooter ed effettuare un passaggio preciso.
Il primo attaccante della linea degli shooter deve cominciare a correre prima che il passaggio venga eseguito, in modo da poter prendere la palla in corsa e tirare rapidamente in porta.
A seguire i giocatori coinvolti dall’esercizio invertono i rispettivi ruoli (il feeder si colloca nella linea degli shooter e viceversa).
Per mettere pressione agli attaccanti nell’esecuzione dell’esercizio si può aggiungere un difensore sulla groundball (il difensore diventerà feeder se vincerà la groundball) o lungo la crease.

Per il corretto svolgimento dell’esercizio è necessario che vengano curati i seguenti aspetti:

  • lo shooter deve chiedere la palla al feeder in modo esplicito, tenendo la stecca alta, e deve prendere il passaggio in corsa;
  • lo shooter deve obbligarsi a indirizzare la palla verso un punto preciso, in modo da migliorare la precisione dei propri tiri;
  • è importante che lo shooter tiri rapidamente e senza fermare la sua corsa;
  • è opportuno che lo shooter, avvicinandosi alla porta, riesca a far muovere o sbilanciare il portiere, in modo da avere più superficie di porta libera per segnare;
  • il feeder deve impegnarsi ad effettuare passaggi di qualità e precisi;
  • il portiere deve sempre seguire la palla e deve cercare di prevedere la direzione del tiro.

You May Also Like

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close