COMUNICATO UFFICIALE 2017/10M Risultati 7° Giornata Campionato Men’s Field Lacrosse

 

COMUNICATO UFFICIALE 2017/10M del 09.05.2017

 

  1. RISULTATI GARE

 

Si rendono noti i risultati delle partite disputate nelle giornate del 6 e 7 Maggio 2017 per il “CAMPIONATO ITALIANO MEN’S FIELD LACROSSE”

 

  • BOCCONI SPORT TEAM Vs BLACK HAWKS
    (c/o campo sportivo Savorelli, Piazza Caduti sul lavoro (MI))

Rif. Referto 20170507 (arbitri: Bonizzoni Giacomo, Fornasari Luca, Chiapparino Filippo, PietraSanta Davide)

 

First quarter: 6 – 0

Second quarter: 3 – 0

Third quarter:  4 – 1

Fourth quarter: 2 – 3

 

Risultato dei tempi regolamentari: 15 – 4

Risultato over time: —

Risultato finale: 15 – 4

 

 

  1. DECISIONI E NOTE DELLA COMMISSIONE ARBITRI

 

 

B1.1)  FALLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA: Risultano commessi due falli di condotta antisportiva uno dal numero #80 Daniele Scaccabarozzi e l’altro dal numero #5 Paolo Scaccabarozzi dei Black Hawks. In merito al fallo del numero #80 Daniele Scaccabarozzi, non sono state presentate note a margine del referto. Il fallo, dovuto a eccessivo reclamo verbale in campo, viene punito con 2 minuti di penalità in fase di gioco. Non si ritiene necessario comminare alcuna sanzione aggiuntiva.

 

In merito al fallo di Paolo Scaccabarozzi, si ravvisa la nota a margine dell’head referee Bonizzoni Giacomo, come parte integrante del referto. Nel corso del normale svolgimento di gioco, il giocatore in possesso di palla lamenta più volte il mancato intervento arbitrale del direttore di gara più vicino che non ritiene di dover sanzionare l’azione in svolgimento. Dopo diverse lamentele, il giocatore si spazientisce e manda la palla fuori dal campo. Si rivolge all’arbitro più vicino e nell’atto di mostrare il fallo subito, simula l’azione spingendo la propria stecca in un controllato ma deciso cross check sul corpo dell’arbitro. Si dirige quindi verso l’head referee ripetendo la medesima azione simulatoria. Oltre alla gravità dell’azione, la forza utilizzata, sebbene non volta a danneggiare alcuno, è significativa. L’intervento dei compagni di squadra è appena sufficiente per calmare, con difficoltà, la reazione del giocatore che dopo 2 minuti circa abbandona il campo. L’head referee, consultato il team arbitrale, decide per un antisportivo da 3 minuti. Il giocatore rientrerà in campo volontariamente e disputerà il resto della partita.

 

Valutato che:

  • il contatto fisico tra giocatore e arbitro è uno degli eventi più gravi dei falli antisportivi, reso ancor più disdicevole dal fatto che è un contatto cercato, che l’arbitro è senza protezioni, non coinvolto nel gioco ed è, nel suo ruolo, il garante della sicurezza e legalità del gioco, in maniera super partes e neutrale.
  • i reclami dei giocatori, seppure ammessi solo per opera del capitano di squadra, si devono limitare a serafici contatti verbali e senza penalizzare lo svolgimento del gioco
  • il contatto è stato cercato, voluto e reiterato su due figure arbitrali differenti a distanza tra loro, ad indicare la volontà del giocatore non solo alimentata dalla trance agonistica,
  • la confusione creatasi ha comportato l’interruzione del gioco per circa 3 minuti
  • il giocatore ha abbandonato il campo, la penalità è stata scontata dall’ in-home
  • gli arbitri non hanno deciso per l’espulsione
  • la valutazione disciplinare e l’intervento della commissione di giudizio deve prescindere dalla verifica della correttezza della chiamata e che, in ogni caso, non viene meno la gravità dell’accaduto. Viene valutata solo l’opportunità della procedura in base alla valutazione presa che non è in discussione
  • non vi sono note integrative dei Black Hawks o comunicazioni successive alla chiusura del referto.
  • sono stati raccolti i pareri della commissione arbitri e sono concordi

 

P.T.M.

 

Si decide di squalificare il giocatore Paolo Scaccabarozzi #5 dalle prossime 2 competizioni ufficiali della stagione sportiva 2016-2017, siano queste di campionato, di Coppa o di altra manifestazione riconosciuta da FIGL (esclusi scrimmage e eventi ufficiosi che non rientreranno nel computo delle partite scontate). In considerazione che la violazione è relativa alla condotta, si vieta la presenza in campo del giocatore e il divieto di ricoprire altri ruoli ufficiali quali coach, assistant coach. Il giocatore viene sospeso dagli elenchi arbitrali fino al termine della stagione sportiva 2016/2017. Si dispone l’invio della comunicazione agli organi federali competenti affinché prendano nota , nonché alla squadra d’appartenenza. Si richiama esplicitamente il giocatore da ulteriori manifestazioni di questo tipo, diffida non necessaria ma esplicitata in considerazione della recidività, comunicando che un’ulteriore reazione futura di questo tipo, da parte del medesimo giocatore sarà valutata ancor più severamente. La commissione arbitri prenderà occasione per discutere il caso con gli arbitri in organico con la sola finalità di perseguire il continuo miglioramento delle figure arbitrali a garanzia del gioco, della sicurezza in campo dei giocatori e degli arbitri stessi. Si consideri che nella valutazione del caso sono stati considerati i provvedimenti presi in analoghi casi dell’ultimo lustro

 

Avverso la presente decisione è ammesso ricorso entro e non oltre 5 giorni dalla pubblicazione del provvedimento. Il referto e la documentazione a margine è disponibile su richiesta.

 

B1.2)  VIOLAZIONI DEL REGOLAMENTO INTERNO FIGL: In seguito a accidentale contatto tra la pallina di gioco e un giocatore dei Red Hawks, nel corso di regolare azione di gioco, il giocatore riporta un immediato ematoma da impatto laterale internamente al ginocchio sx . Uscito per le medicazioni del caso (crioterapia) viene richiesto il ghiaccio istantaneo alla squadra ospite Bocconi Sport team che non da’ seguito alla richiesta. Sollecitata risposta dai Black Hawks, viene risposto di recarsi negli uffici della struttura per richiederlo o nel bar adiacente. In seguito al proattivo interesse di un assistente di campo dei Black Hawks, non viene recuperato ghiaccio sintetico in quanto la struttura ne è sprovvista/non disponibile e il bar chiuso. La squadra della Bocconi Sport team non da’ seguito ad alcun interesse o soluzione. Nel corso del gioco in prosieguo, il giocatore Rocco Attinà, riceve un check giudicato regolare sul dito mignolo subendo un immediato ematoma che necessità di medicazione finalizzata al contenimento del danno e del dolore relativo. In seguito a nuova richiesta del kit di pronto soccorso, la squadra ospitante palesa di non aver alcun kit di emergenza e non evidenza alcuna preoccupazione a riguardo.

 

Considerando che la squadra Bocconi Sport team è stata già diffidata a causa del mancato rispetto del regolamento riguardo ai requisiti minimi da rispettare per la preparazione del campo e considerando il mancato interesse mostrato al richiamo e alle richieste in loco ricevute, si rinvia alla federazione e alla commissione campionato la segnalazione. Per quanto disdicevole la mancanza, ancor più si ritiene disdicevole il disinteresse mostrato nel sanarla, tuttavia non è stato comminato alcun fallo antisportivo dalla direzione di gara e l’eventualità non rientra nelle violazioni sportive in carico alla commissione arbitrale. Ci si limita quindi a comunicare la violazione in riscontro della notazione a referto e si invitano le parti coinvolte a proseguire la trattazione a riguardo.

 

COMUNICAZIONI GENERALI

  • Si dispone l’invio esplitcito della presente agli interessati

 

Commissione arbitri lacrosse
(Lorenzo Balzarini,  Francesca Lerro, Michele Radaelli)

 

arbitri@lacrosseitalia.it

 

COMUNICATO UFFICIALE PDF: 201710M

You May Also Like

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close