3 Seconds rule (Regola 20.13)

Questo articolo ha il compito di chiarire la regola 20.13 (3 Seconds rule) del Regolamento di Field Lacrosse Femminile.

I difensori non possono trovarsi all’interno dell’area di 15 metri (marking area) per più di tre secondi, a meno che non stiano marcando attivamente un avversario alla distanza consentita dalla regola precedentemente indicata (1,5 metri).
Il fallo dei tre secondi avviene qualora un difensore si trovasse all’interno dell’area dei 15 metri senza un attaccante da marcare e, la giocatrice in possesso palla, abbia superato la restraing line della propria area di attacco. È molto importante per l’arbitro capire la posizione della palla al momento del fallo in modo tale da applicare la procedura corretta.

A questo fine è importante distinguere tra tre diversi scenari possibili:

  1. Se la giocatrice in possesso della palla si trova dentro l’area dei 15 metri, l’arbitro, al fine di segnalare il fallo, utilizzerà la flag in suo possesso concedendo così un vantaggio e lascerà proseguire l’azione fino alla fine della scoring play. Se la squadra decide di tirare in porta (e il tiro non è influenzato, secondo il giudizio dell’arbitro, dal fallo per cui si è estratta la flag), il vantaggio concesso verrà annullato, a prescindere dal fatto che il tiro risulti in goal o meno; se invece la squadra in attacco perde il possesso della palla, o smette di attaccare, l’azione verrà fermata e la ripresa del gioco avverrà con una free position.
  2. È importante valutare se la giocatrice in possesso della palla si trovasse o meno dentro l’area degli 11 metri nel momento in cui il fallo è stato commesso. In questo caso la free position verrà concessa sull’hash mark più vicino e tutte le giocatrici dovranno lasciare l’area degli 11 metri seguendo il percorso più breve; se invece la giocatrice si trovava fuori dagli 11 metri, la free position sarà concessa nel punto in cui si trovava la palla al momento del fallo. La giocatrice che ha commesso il fallo verrà spostata 4 metri dietro la palla.
  3. Nel terzo e ultimo scenario il fallo viene commesso mentre la giocatrice in possesso palla si trova fuori dall’area dei 15 metri, in questo caso l’arbitro fischierà immediatamente e si riprenderà il gioco con la palla nella stessa posizione mentre la giocatrice che ha commesso il fallo verrà spostata 4 metri dietro la palla.

Nella figura sottostante il difensore D si trova in una situazione di fallo mentre la palla è fuori dall’area. Ecco che l’arbitro fischierà allo scadere del terzo secondo. In questo tipo di situazione, il consiglio per tutti gli arbitri, è quello di fischiare solo se il fallo interferisce con lo svolgimento del gioco (ad esempio se la difesa guadagna un vantaggio iniquo impedendo alla squadra in attacco di effettuare tagli nello spazio che dovrebbe essere lasciato libero)

Figura 1 - Il difensore commette fallo
Figura 1 – Il difensore commette fallo

Fa eccezione alla regola una situazione di gioco come quella riportata in figura 2. Il difensore non è da considerarsi in fallo poiché sta visibilmente marcando la giocatrice dietro la porta. In questo caso l’arbitro non estrarrà la propria flag. (N.B. in questo caso la giocatrice è esente dal fallo dei tre secondi. Porre attenzione che la giocatrice D potrebbe commettere fallo di Shooting space)

Figura 2 - situazione di gioco corretta
Figura 2 – situazione di gioco corretta

 

Fonte: FIL Womens Rule Book, 2015-18

In caso di dubbi, suggerimenti, correzioni, chiarimenti o per proporre futuri argomenti da trattare o su cui confrontarsi, vi invitiamo a scriverci direttamente a arbitri@lacrosseitalia.it

 

Commissione arbitri lacrosse
(Lorenzo Balzarini, Maria Bettini, Michele Radaelli)

You May Also Like

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close